Post

TOPS of 2018

Immagine
Long time no see! 

La vita ci porta in direzioni inaspettate e per me in questi ultimi mesi ha significato dover lasciare un po' da parte il blogging. Tutto ciò a metà tra il dispiacere e l'inevitabile... 
Ma bando alle ciance, cianciamo un po' delle cose belle scoperte in questo anno. Dai classici prodotti "top del 2018" fino ad altre cose belle successe quest'anno.
Make up
Tra i prodotti top dell'ambito beauty metto sicuramente l'eyeliner Epic Ink di NYX. E' l'eyeliner PERFETTO. Nero, resistente, facile da usare grazie all'impugnatura a penna MA senza la terribile punta in feltro che di solito hanno gli eyeliner di questo tipo. Costa sui 10€ e anche usandolo tutti i giorni dura tantissimo. Non riesco a trovarne uno, di costo inferiore o superiore, che riesca ad eguagliarlo.


Nel beauty il 2018 è stato l'anno delle palette ombretti: ne sono uscite tantissime, e sembra sia partita una febbre folle per averle tutte. Per quanto mi riguarda…

Do you believe in MAGIC?

Immagine
Ok, perdonatemi il titolo cheesy che più cheesy non si può.


Tutto questo perché ci tenevo a mostrarvi una nuova cosa che sto sperimentando: lo speed painting.

Si tratta di video veloccizzati in cui è possibile vedere tutti i vari passaggi della creazione di un 'opera fisica o digitale che sia, immagino ne avrete sicuramente visti diversi.

Vi posto i primi tre che ho realizzato, di cui due sono inspirati a personaggi di Magic The Gathering.

Liliana:




Vraska:




Sirena Fantasy:



A livello tecnico sono ancora in alto mare... filmo con un cellulare e monto i video con delle app (sto cercando di imparare a utilizzare iMovie, come si può notare dal video di Liliana che credo sia quello venuto meglio).
Spero che questo piccolo scorcio nella mia passione verso la pittura e l'arte vi sia piaciuto. Purtroppo gli algoritmi dei siti come Youtube ma anche dei social che utilizziamo come Facebook e Instagram sono diventati sempre più a favore di chi è già "grande" e favoriscono la comp…

The Haunting of Hill House | Sproloquio Seriale

Immagine
Finalmente ho finito anche io la serie Netflix di cui hanno abbondantemente parlato in ogni dove: Hill House. Non sono riuscita a fare un binge perché ultimamente il tempo che dedico alle serie tv è limitato alla sera e non sono riuscita a vederne più di due episodi alla volta. E poi diciamolo: composta da 10 episodi e così straordinariamente bella, questa serie ho voluto farmela durare il più possibile.

Nella serie veniamo catapultati avanti e indietro tra presente e passato. Un passato dove vediamo la famiglia Crain composta da papà Hugh, mamma Liv e i loro cinque figli, Steve, Shirley, Theodora, e i gemelli Luke e Nellie. Una famiglia felice e unita. Nel futuro troviamo i figli ormai adulti, ognuno di loro turbato da diversi problemi, e un padre infelice ed isolato. In particolare quasi tutti sembrano essere coalizzati contro il figlio maggiore Steve, "colpevole" di essere diventato uno scrittore di successo scrivendo di Hill House e di ciò che è accaduto lì alla sua famig…

Beauty Pinzimonio | Summer Top&Flops (all'alba di novembre)

Immagine
La rispolveriamo la rubrica beauty? Ma sì dai, se non altro è un'occasione per non lasciare "a nanna" il blog e riprendere a scribacchiare di argomenti meno pesanti della mia salute mentale. Ho pensato, visto che la mia assenza è coincisa con l'estate, di fare un piccolo sunto dei prodotti preferiti e di quelli che invece no, proprio non vanno no tea no shade no pink lemonade girl. E sì, so benissimo che siamo all'inizio di novembre ma questo post è in bozze da settembre. Abbiate pazienza.
Tops 

Huda Beauty Mauve Obsessions Palette Vi avevo già parlato della Desert Dusk e di quanto mi sia piaciuta nonostante qualche piccola pecca.Durante una delle mie gite al Centro di Arese non ho potuto evitare di entrare da Sephora per ammirare dal vivo il resto dei prodotti Huda Beauty. In realtà ero indirizzata verso la Smokey (toni di marroni neutri più un utilissimo nero) ma non era disponibile. Quindi mi sono lasciata tentare dalla Mauve, che inizialmente non mi convinceva p…

It's never too late to start over

Immagine
Io giuro che non mi lamenterò mai, mai più del costo degli oggetti artigianali e in particolare del costumi per la danza.


Il progetto era nella mia testa da un po', ovvero quello di cucirmi da sola un vero e proprio costume (semi) professionale o almeno professional-looking per la danza del ventre. Perché? Perché i costi dei costumi sono in generale alti ed è piuttosto difficile regolarsi per le taglie. Soprattutto per i bra che hanno quasi sempre una coppa C (minimo), mentre a me ne serviva uno decisamente più piccolo e soprattutto che vestisse bene.
Il progetto ora è ben lungi dall'essere finito ma ho terminato la gonna (una gonna full circle  con due spacchi) e sono a buon punto col bra (che vedete in fase di lavorazione nella foto a lato.). 
Come enunciato a inizio post, se inizialmente certi prezzi mi sembravano altissimi ora inizio decisamente a capirne in motivi. Innanzitutto, le stoffe al metro costano molto più di quanto pensassi (e io per sicurezza, essendo il mio pr…

Mi sono ricordata una storia triste.

Oggi vi racconto una storia. Una storia che non ho mai raccontato a nessuno.
Avevo penso meno di 17/18 anni ed ero in un momento, per vari motivi, complicato della mia vita.
Ai tempi facebook non c'era ancora, e tramite credo msn e la sua rete di (imbarazzanti) blog conobbi un ragazzo. Dubito fortemente potrà mai leggere queste parole, ma per sicurezza lo chiameremo Paolo invece del suo vero nome.
Paolo aveva un anno più di me. Era molto chiuso, avevamo apparentemente poche cose in comune, ma com'è come non è ci ritrovammo spesso a chiacchierare la sera via chat.
Prima dei semplici "Come stai?", scambi banali di parole, gif e video buffi. Poi piano piano iniziammo a conoscerci (o meglio, io lo credevo). Lui mi parlava (poco) del fatto che in famiglia non si sentisse capito, di come a scuola si sentisse solo e incompreso. Io gli parlavo (molto di più, la logorrea purtroppo già mi apparteneva) delle mie paure, delle mie ansie, delle cose che non andavano. E, qui non p…

When in doubt, paint it out

Immagine
Il punto è che ho tipo 3/4 post in bozze. Che non mi convincono. Scrivo e poi lascio lì.
Non so bene cosa dire; vorrei riprendere a fare i post per bene come facevo prima (soprattutto le recensioni di libri) ma qualcosa mi blocca e sono presa da altri progetti (ho iniziato a cucire, per esempio, e ho ripreso le lezioni di danza). Curare i post come facevo prima mi risulta difficile (fare ad esempio delle foto non dico belle ma almeno particolari come per i Bookworm in Lipstick), e se c'è una cosa che mi scoccia è iniziare bene le cose e poi continuare a farle senza mantenere lo stesso "tenore". Cosa su cui sto iniziando a pensare di dovermi ammorbidire, altrimenti il blog rischia di morire sul serio se aspetto di avere tempo, energie (i farmaci mi rimbambiscono non poco) e ispirazione...
Mi sono auto-data una regola come self-care: devo, almeno una volta a settimana, dipingere qualcosa e allenarmi fisicamente (sempre almeno una volta). Questo mi aiuta prima di tutto a …