The Beauty Pinzimonio #1: Capelli e review Adorn Ricci senza Capricci

Per la serie: creiamo rubriche su argomenti nei quali non siamo realmente esperte. E uno direbbe, e allora stai pure zitta. Ed io gli risponderei, ragionando così dovrebbero chiudere tre quarti dei blog e dei canali Youtube presenti su Internet. Perché non le dovrei dire anche io le mie quattro cazzate in croce sul mondo dei biuti? Sono solo una persona che ha provato un po' di tutto, ha guardato e letto tanto, si è fatta qualche idea e vorrebbe condividerla, da cui mi è nata l'idea di creare una mini-rubrica/serie di post. No, un beauty blog a parte per ora è fuori discussione… Online ce ne sono anche troppi, e mi piace concentrarmi su questo, rendendolo più variegato.

Perché Beauty Pinzimonio? Tutto nasce da una battuta della mia amica Stefania qualche giorno fa. Era assolutamente entusiasta di un maglioncino di Tezenis che le avevo consigliato, al che nacque il "Altro che Blonde Salad, tu sei il Brunette Pinzimonio!". Dopo aver rotolato dalle risate per una buona mezz'ora, ho deciso di adottare in parte il nome per la rubrica. Perché sarà un po' così, un mistone di recensioni di prodotti che mi hanno trovata entusiasta, opinioni su argomenti vari riguardanti il beauty, il make up e la cosmesi. Non credo che avrà una cadenza regolare, ma posterò man mano che troverò qualcosa che mi interessi.

In particolare mi andava di parlare di capelli e di un prodotto che uso da un paio di settimane e che mi sono trovata ad amare follemente.

Piccola premessa sui miei capelli e la loro storia, per contestualizzare e farvi capire da che base parto.
Credo che, per quanto banale, prima di prendere per buona una review di un prodotto, si debba prendere in considerazione il tipo di pelle/capelli della persona che l'ha recensita, pre capire quanto possa essere adatta a noi.

Ho i capelli piuttosto mossi, spessi, con la cute delicata, tendenti al secco. Per due anni li ho trattati solo con henné, shampoo e balsamo bio, maschere home made e impacchi di oli. Son diventati belli? No. Son rimasti pressoché uguali. L'henné da una bella sfumatura di rosso, che dipende moltissimo dal colore vostro di base. Non pensate minimamente di diventare rosso fuoco o ciliegia se avete i capelli castani. Ma scordatevelo. Da dei riflessi, e alla lunga un colore castano rossiccio/ramato. Bello eh. Ma dopo un po' stanca. E non è che su di me abbia fatto miracoli per quanto riguarda la bellezza del capello in sé. Inspessisce molto il fusto ma sulla secchezza non ha aiutato. Gli shampoo bio, ho provato in tutti i modi a farmeli piacere. Il problema è che tutti, TUTTI, anche usati diluiti, alla lunga mi provocavano prurito alla cute. Per non parlare dei MALEFICI shampoo solidi della Lush, che mi hanno provocato una vera e propria dermatite. I balsami, non idratavano ne districavano mai abbastanza.  L'olio usato pre asciugatura, poi, non sostituisce minimamente i cristalli liquidi (che sì, sono letteralmente silicone puro). Quindi, che ho fatto? Per quanto riguarda i capelli, ho capito che una routine 100% bio non faceva per me e ho chiuso baracca e burattini. Vogliamo poi parlare di quanto caspita costino certi shampoo? 10 euro per 200 ml, che oltretutto devo comprare online? Ma anche no guarda. Ora, da vera poraccia, prendo quelli che si trovano al supermercato e ciccia. Spesso compro ancora il balsamo al cocco Splend'or, a Inci miracolosamente verde nonostante il prezzo irrisorio. Gli impacchi con l'olio di cocco li faccio ancora, anche se secondo me, sui miei capelli non servono a una beata mazza. Sono tornata molto serenamente a usare i cristalli liquidi (adoro quelli nuovi della Splend'or), e vivo bene così. Anche perché ragazze, detta tra noi ve la posso dire 'na cosa? Se avete i capelli un po' rovinati, con le doppie punte, sappiate che un olio vegetale, per pregiato e costoso che sia, non ve li riparerà. E se usate spesso la piastra (e con spesso intendo anche solo 1/2 volte a settimana), gli impacchi non ve li salveranno. Quando il capello è rotto, rovinato, lo è, basta, punto. La doppia punta non si richiude per miracolo con l'olio di argan. I cristalli liquidi cosa fanno? Ricoprono le punte con uno strato di silicone, che temporaneamente "appiattisce" la doppia punta e lucida il capello facendolo sembrare più bello. E funziona. No, non è naturale, non sono i tuoi veri capelli, è vero, ma se per questo nemmeno i tuoi occhi hanno quel taglio da gatta, che ti fai con l'eyeliner, e le tue unghie non sono naturalmente laccate di rosso, per cui qual è il punto? Che l'eco-bio fa i miracoli per qualcuno e non li fa per qualcun'altro. E se voi siete tra questi altri, vi assicuro che non vi cadrà una tegola in testa se usate il silicone.

Chiusa premessa, in cui vi ho brevemente esposto cosa penso dell'eco-bio per quanto riguarda il capello, vi presento ora il mio nuovo migliore amico, prodotto che ho deciso di amare e rispettare per il resto della vita, in buona e cattiva sorte, col capello riccio o liscio.

Adorn Ricci Senza Capricci


Ora, cerchiamo di passare oltre il nome impronunciabile per chi come me ha la erre moscia.

Questa marca credo sia nuova, e tutti suoi prodotti hanno un packaging adorabile in stile vintage pin up. Che manco a dirlo, è stata la cosa che mi ha spinta a comprarlo, oltre al prezzo decisamente conveniente; tutti i prodotti variano dai 3 ai 6 €, questo mi pare fosse sui 3,50€ per 200 ml. Non mi ero fatta particolari aspettative, mi ero detta "Ma si, proviamolo, in fondo non dovesse piacermi è costato poco".

Che cos'è?
E' una crema per lo styling, da usare sui capelli tamponati dopo il lavaggio, ed è indicata come crema per definire i ricci in particolare. Ma indovinate un po'? Non la è. O meglio, non è solo quello. E', di fatto, un ottima crema anticrespo che dona una morbidezza incredibile.

Come funziona?
I miei capelli sono mossi, e di solito ottengo un bel riccio usando il diffusore abbinato a qualche prodotto. Con le schiume/mousse ho sempre avuto il problema della rigidezza del ricciolo, ben definito ma secco e duro, per nulla piacevole al tatto. Ho provato la stessa tecnica con questa crema e il risultato è stato semplicemente WOW. Persino il mio ragazzo si è accorto della differenza, quando mi ha vista ha esclamato "Ma che belli che sono i tuoi capelli stasera". Ed è un uomo eh, intelligente per carità, ma non è che si accorga quando faccio qualcosa di particolare… quindi potete capire che la differenza c'è, eccome. I riccioli sono, oltre che perfettamente definiti, molto morbidi, elastici, proprio con l'effetto *boing* a molla che fanno vedere nelle pubblicità delle mousse e che non riuscivo MAI ad ottenere. Il crespo un filino c'è sempre, perché i miei sono MOLTO crespi, ma è assolutamente minore rispetto al normale.

Perché vi dico che non è solo un prodotto per i ricci? 
Incuriosita, ho deciso di provarlo anche lisciando i capelli, applicandolo sempre sui capelli bagnati e poi procedendo alla normale asciugatura con phon e spazzola, con qualche colpo di piastra dopo, dove serve. E HALLELUJAH. La rivelazione. Capelli morbidissimi, lisci, soffici, crespo inesistente. Da qui la rivelazione di cui sopra, più che una crema per ricci la definirei un'ottima crema anticrespo, facilmente adattabile a diversi tipi di capelli!

La consiglierei a tutti?
Dipende. E' una crema a base di siliconi, questo va detto. E se siete votate al 100% eco-bio no, non è a inci verde. Inoltre, è una crema abbastanza pesante. Io ho la cute e i capelli secchi, quindi non mi da assolutamente fastidio, ma in caso di capelli e cute grassa che si sporca in fretta potrebbe dare problemi, o sarebbe da usare in dose molto minore. Per tutte le altre sì, io mi sento spassionatamente di consigliarla, anche perché il prezzo è davvero basso per un sacco di prodotto. E dimenticavo di dire che ha un profumino celestiale!

Disclaimer: Questo prodotto è stato acquistato da me coi miei soldi, nessuna azienda me lo ha inviato o mi ha contattata per recensirlo positivamente o pubblicizzarlo, quelle nel post sono le mie personali opinioni basate sull'utilizzo del prodotto su me stessa.

Alla prossima "puntata"!

xo,
S.

Commenti

  1. Ci piace ci piaceee, ahahaha molto brava nella recensione.
    C'è del Pinzimonio da mettere a frutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah cara, ne ho di robe da dire e post da preparare!

      Elimina
  2. Senti, checché se ne dica, io voglio che la tua rubrica continui! ;-)
    Comunque, io sono ossessionata dai capelli. E quando dico ossessionata intendo dire che ho una ventina di shampoo e balsami nell'armadietto in bagno, che ho acquisti compulsivi online di prodotti di styling e che mi ingurgito pasticche, semi di lino e di girasole, per cercare di migliorare il crespo che hanno i miei capelli fini e mossi.
    Risultati? Capelli sani forti e fluenti? Ovviamente no. Poi aggiungiamoci anche tagli azzardati, decolorazioni perché lo shatush va di moda e così via.
    Ho speso un patrimonio per loro e sinceramente...non ho intenzione di smettere di farlo!
    Io con LUSH mi trovo da dio! Ma in effetti non con gli shampoo solidi. Quelli li ho abbandonati subito. Sono troppo lavanti per i miei capelli. Li seccano un sacco, sono più adatti a chi ha i capelli grassi.
    Ma quelli liquidi o in barattolo sono fantastici (Lazzaro, Dolce metà, Big..li adoro!).
    Da poco ho iniziato a provare nuove linee di capelli però: Tommy Guns, Davines (prezzi un po' più altini ma mi piacciono un sacco i loro prodotti) e L'Occitane (prodotti delicati sia per capelli che per viso e corpo).
    Faccio anch'io impacchi con olio di cocco e su di me funzionano. Poi boh, secondo me i capelli crescono sani se il tuo corpo è a sua volta sano, sangue ok, ormoni ok, etc. Quello che ci butti sopra da fuori, mah..funziona fino a un certo punto diciamo. Continuo ancora a non credere ai miracoli. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero i prodotti liquidi di Lush sono migliori di quelli solidi, ma su di me erano comunque troppo aggressivi (e che prezzi!). Gli integratori per i capelli mi hanno sempre incuriosita, mi sa che prima o poi proverò! Anche perché sono vittima anche io di tagli azzardati e vorrei ricrescessero alla velocità della luce. L'ultima tua riflessione è molto vera! Io ad esempio ho notato un lieve peggioramento nei miei capelli da quando ho cominciato a usare l'anello anticoncezionale (stessi ormoni della pillola) dopo due anni di stop...

      Elimina
  3. Io ho riso molto.
    Quello che dovevo chiederti te l'ho chiesto. Per il resto: brava!

    RispondiElimina
  4. Madò con un packaging così avrei ceduto anch'io *_* Ma dove l'hai scovato?
    Comunque la Review è curatissima, continua così! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho dimenticato di scrivere dove l'ho trovata! Io l'ho presa da CAD, ma l'ho vista anche da Tigotà :)

      Elimina
  5. La confezione è un amore! La rubrica ci piace, anche perché ognuno può dire la sua, figuriamoci su una cosa frivolissima come la cosmetica.
    Io abolirei in certi casi la parola ecobio. Io mangio letteralmente merda in certe occasioni, ti pare che mò mi cambia la vita spalmarmi ecobio? No. Secondo me si dovrebbe parlare di scelta degli ingredienti nei cosmetici (così come nei cibi), ognuno evita o sceglie ciò che preferisce. Un discorso lungo insomma. Aspetto le altre puntate :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque non tutti gli shampoo cosiddetti ecobio costano 10 euro! E quanto al prurito hai pensato se a dartelo siano o un tensioattivo in particolare o gli oli essenziali?

      Elimina
    2. Si è vero non tutti costano così tanto, ma con quelli più economici (tipo ecosì o viviverde coop) i risultati sono stati davvero deludenti… capelli secchissimi, necessità di un litro di shampoo per districarli e cute irritata. Guarda non so a cosa sia dovuto, in generale io ho la pelle molto delicata ovunque, non penso sia un ingrediente in particolare ma il fatto che siano molto lavanti e sgrassanti.
      Ed hai ragionissima sul discorso eco bio. Per carità poi è chiaro che ogni piccolo gesto conta, ma mi fa ridere vedere gente su youtube (non faccio nomi) che fa terrorismo psicologico su siliconi e parabeni, per poi mangiarsi la merda del McDonalds...

      Elimina
    3. *un litro di balsamo, non shampoo :P

      Elimina
    4. Purtroppo con gli shampoo ecobio da quel che ho capito (ne ho provati finora 8 diversi) è abbastanza difficile trovare quello ideale, anche io avuto molti problemi avendo cute e capelli secchi!

      La cosmesi ecobio è facilmente smontabile: le confezioni non sono riciclabili il più delle volte. Altre volte hanno gli scatoli, quindi uno spreco di carta, o ancora ordinare su internet: mi faccio arrivare una crema dalla Germania. Complimenti, molto ecologico XD

      Elimina
    5. Ecco, hai fatto delle osservazioni giustissime; un altro problema ancora che ho riscontrato è l'uso di confezioni (tipo a tubo ridigo o bottigliette) che non permettono la fuoriuscita totale del prodotto. Quindi ti ritrovi che non esce più, e o sprechi quel che resta (e tante volte è davvero TANTO prodotto) o fai come me e ti sbatti a rompere/tagliare le confezioni per prelevare fino all'ultima goccia. E sì, il discorso ordini dall'esterno, con impatto ambientale dovuto al viaggio che possiamo immaginare tutti, è un altro punto importante.
      Comunque, degli shampoo ecobio, tra tutti il migliore per me è stato il Lavera al fiordaliso. Peccato purtroppo per le solite ragioni; prezzo altissimo (per le mie tasche) e necessità di acquisto online (quindi spese di spedizione).

      Elimina
  6. no ma io mi sono innamorata della confezione ..mai visto questo prodotto . comunque cerco sempre prodotti che mi aiutino a dare morbidezza al mio capello troppo secco e stressato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè direi che allora potrebbe fare al caso tuo ^_^

      Elimina
  7. Ottima recensione ^^ lo proverò sicuramente, poi per quel prezzo!
    Tu hai presente i miei capelli, lunghi, spessissimi e abbastanza grassi. Nell'ultimo periodo sono riuscita a farli diventare sani e forti, senza doppie punte o danni. É stato difficile perché tra la decolorazione per avere le punte fucsia e la stagione lavorativa al mare in cui ogni giorno ero costretta a lavarli si erano rovinati molto. Ho tagliato le punte colorate, accorciandoli cosi fino a metà schiena e poi ho eliminato tutti i prodotti con siliconi, o per lo meno, ne ho diminuito di molto le quantità. Mi trovo molto bene con la linea senza siliconi di garnier, in particolare quella all'olio di argan e camelia, adatti ai capelli crespi. Shampoo un giorno si e due no, balsamo ogni volta che li lavo e maschera nutriente una volta a settimana, tutto della stessa linea. Ha fatto davvero miracoli, dopo tre/quattro mesi li ho di nuovo lunghi fino ai reni:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima! Quella linea incuriosisce molto anche me, mi sa che la provo! Cercavo giusto una nuova maschera da provare, ultimamente mi limito agli impacchi di olio di cocco ma non è che sul mio capello facciano i miracoli..

      Elimina
  8. Io stavo cercando proprio qualcosa del genere! Solo che non sembra reperibilissima (mai vista!) :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' piuttosto recente credo! Io l'ho trovata al CAD e da Tigotà!

      Elimina
  9. Ciao, ti ho menzionata nel mio blog perchè ho usato anche io questo prodotto spero non ti dispiaccia! A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, grazie ho visto!! Volevo lasciarti un commentino ma vedo che si può fare solo con un profilo di Google+ purtroppo :( Ti ringrazio qui sperando che ripassi e lo leggo ;) un bacione!

      Elimina
  10. Hihihi, io ho i capelli boccolosi ma con l'acqua di Roma sono diventati mossi/crespi

    A me gli impacchi bio mi salvano la chioma però gli ho sempre fatti perché in Brasile questi impacchi con olio, crema, frutta, yogurt e via dicendo esistono da una vita e non si parlava di eco bio. Poi va benissimo il risciacquo finale con acqua e aceto di mele.

    Ora uso una via di mezzo: Shampoo bio a ph acido, maschera non bio soprattutto avocado e karité garnier, poi quella al ginseng della sunsilk. Poi henné.

    Però devo dire che quello che ha salvato mio capello è l'olio di alla dabur, miracoloso, basta un pochino sui capelli bagnati per lasciarli lucidissimi e morbidi, altro che crustalli.

    Poi in settimana ho acquistato la crema adorn, che dire? Ottima!! La sto usando al posto della nivea senza risciacquo e devo dire che sono soddisfatta, i capelli diventano boccolosi, definiti e lucidi. Dopo passo un pochino di olio di amla e viene una meraviglia 😊

    Abbraccio 😊
    Anita

    RispondiElimina

Posta un commento