Pixie Cut Vademecum, ovvero del perché non son più una capellona.

Se tra le robe inutili che si seguono su Instagram (vedi: account di gattini pucciosi, gnocche stratosferiche, Brock O' Hurn e The Rock, giusto per citare quel che seguo io) avete anche il mio account, già lo sapete, da sabato scorso sono approdata sulla fantabiliosa isola di Pixieland.

Il prima e dopo di rito. Featuring la mia arancionissima tenda doccia, in alto a sinistra.
Erano anni che avevo 'sto tarlo del corto. E chi mi conosce lo sa, perché sono appunto ANNI che ciclicamente, rompo le palle ad amici e parenti su comevorreitagliareicapellimahopauraechissàsestomalepoicosafaccio. Poracci loro. In realtà il seme era stato piantato mooolto prima, quando avevo tipo 15 anni e guardavo i video musicali di P!nk, che amavo e amo tutt'ora, rosicando perché cazzo quanto ci stava bene. Complice un moroso adolescenziale che oltre che stronzo era pure possessivo e manipolatore, mi sono rassegnata negli anni a tenerli lunghi. Perché in fondo avevo davvero dei bei capelli, tanti lucidi e sani, ed ero convinta che per sembrare più femminile dovessi per forza averli lunghissimi, con crisi isteriche (ridicole, me ne rendo conto ora) alla sola idea di fare una spuntatina. Pensavo che per avere i capelli corti servisse un viso perfetto, servisse essere magre, e tante robe. Tante cazzate. Perché sabato, quando mi son vista allo specchio dalla mia parrucchiera Giusy (che all'idea di fare un corto su una ex capellona saltava di gioia) mi sono piaciuta come mai mi ero piaciuta anche col capelli lunghi fino alla vita. Non che ora mi senta una ficona arrivata, sia chiaro. Però… però mi son detta, lo avessi fatto prima.

Ora, bando alle ciance (ma ditemelo che io mi perdo sempre in intro lunghissime e prolisse, ditemelo cavolo), faccio che rispondere alla domanda che mi è stata posta di più da chi mi ha vista per la prima volta: "Ma perché?".
Oh, domanda del cazzo, scusate.

Entro in modalità ghetto.

Ovviamente io sono quella dietro.

Sta cosa del dover dare spiegazioni alla gente sul perché voglio fare un cambiamento al mio aspetto già mi va poco giù, e già la devo sopportare per i tatuaggi, ma te pare che te devo pure spiegare perché mi son tagliata i capelli? Cooomunque. Il perché è semplice, ero stufa. Ero stufa di essere sempre uguale a me stessa da decenni, ero stufa di dover curare i capelli che nel frattempo erano cresciuti parecchio (come si vede dalla foto in basso a sinistra, se ricordate li ho lasciati crescere dopo il caschetto dell'anno scorso), ero stufa di tenerli legati perché tanto non stavano in nessun modo ed ero stufa perché la persona che vedevo nello specchio non la sentivo più mia. E probabilmente non la sentivo più mia da un bel po' solo che ci son voluti anni per svegliarmi (applausi) e un moroso che non mi facesse pesare un taglio di capelli come se mi stessi sigillando la vagynga.

Detto ciò, visto che a me piace fare 'ste cose, e stasera non ho di meglio da fare, buttiamo giù qualche consiglio per le indecise.


  • Il viso adatto? Evita come la peste gli articoli, online o sui giornali, che spiegano le caratteristiche che dovrebbe avere un viso per stare bene col corto. Evitale. Sono inutili. Io non rientro in nessuno di quei canoni e ci sto bene. Stacce.
  • Ci sono un sacco di pagine Facebook e Instagram dedicate ai tagli di capelli corti (Nothing But Pixies è una delle mie preferite). Guardatele, sbirciate, guardate decine e decine di foto di tagli per scegliere quello che vi piace. Questo è importante perché non tutti i corti sono uguali e non basta andare dal parrucchiere e dire "Li voglio corti". 
  • Se potete, cercate un parrucchiere specializzato nel corto. O comunque, andate da una persona fidata, se conoscete qualche ragazza con un bel taglio chiedetele da chi va a farli. Il passaggio dal lungo al corto può essere traumatico (per me non lo è stato, ma può essere) e se il risultato non ti piace, perché è stato fatto un brutto lavoro, rischi che la botta d'autostima sia in negativo invece che in positivo.
  • Rischio di sembrare un uomo? Io a questo non posso risponderti. Ci sono tagli corti, tipo il mio che ha il ciuffo che arriva quasi al mento, che sono femminili; per cui cui direi che se hai questo timore, meglio optare per un taglio che abbia frange o ciuffi lunghi sul davanti, ed evitare i  buzzcut (Arisa, mi senti?) o i tagli maschili. Poi, parliamoci chiaro. Io non ho vergogna alcuna a dirlo, senza trucco sono brutta. E sì, col corto, la situazione "struccata" è un filino più "grave" di quanto lo fosse col lungo. In ogni caso, io sono una a cui piace truccarsi per cui il problema non sussiste. Per me la rigona di eyeliner con abbondante mascara è un make up naturale, ciaone.
  • Se hai appena comprato maschere, sieri, oli e roba per la cura dei capelli che non hai ancora finito, aspetta oppure valuta di regalarli a un'amica, come ho fatto io. Perché quello che ti servirà d'ora in poi per lo styling sarà una cera (meglio una waterwax), della lacca e bon. Shampoo e balsamo (io una goccina sul ciuffo la metto) ti dureranno una vita. Soldi risparmiati, ebbene si.
  • E se me ne pento?  Cara Madre Maronna, se te ne penti, alla peggio in un paio d'anni li avrai di nuovo almeno sotto alle spalle. Ma soprattutto: se non lo fai per paura di pentirti, non saprai mai come ci stai. 
  • Brace yourself, cacacazzis will be coming. Sicuro come la morte posso assicurarti che le critiche arriveranno anche se sarai una gnocca sbaragnau come Rihanna. Ti diranno che sicuro te ne pentirai, che stavi meglio prima, che a loro non piace. Sappi che per rispondere a tutto ciò c'è un dito specifico di cui siamo tutti fortunatamente forniti in entrambe le mani e che un vaffanculo non ha mai ammazzato nessuno ma al massimo ti alleggerisce la vita. Dai cagacazzo.
  • Scoprirai cos'è il vero significato di bedhead, ed è piuttosto divertente.
  • Cinque minuti netti per lavare, asciugare e mettere in piega. 
Detto questo, ho finito il post e ho finito anche le parolacce, che al solito mi rendo conto, ogni volta, di usare anche troppo. Eh vabeh. Non mi chiameranno mai per il ballo delle debuttanti, lo so. Peccato.

xo,
S.

Commenti

  1. Sai bene quanto penso tu sia bellissima con questo taglio e quanto sia felice che tu ti sia decisa. Sarà che per me il taglio corto è stato una svolta per cui ho sempre spinto per questo cambiamento e insomma, ecco, son di parte. Ma a me ha cambiato la vita e dato forza e autostima. E poi, oh, dà un sacco di carattere e grinta e voglia di ghetto!

    Io manco uso più il pettine! Però una cera potrei decidermi a usarla che il ciuffo ultimamente fa quel cazzo che vuole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho provato in entrambi i modi e preferisco con la cera, le punte vengono più definite e il taglio diventa più grintoso!
      E grazie tesoro <3

      Elimina
  2. Allora.
    Intanto stai benissimo, ma tanto proprio.
    Poi, appunto, sono capelli. Prima o poi ricrescono. Il fatto è che siamo noi per prime a non crederci, sembriamo afflitte da una specie di "sindrome di Sansone" e prima di deciderci ad un cambio di taglio "drastico" passano mesi o anni... (sto parlando per me, ma leggendoti direi che per te è stato uguale)
    Quello che non ho mai capito è perché le pettinatrici sono sempre e comunque felicissime quando si tratta di tagliare... :)
    Hai fatto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha credp perché sia più divertente fare i tagli corti che le classiche spuntatine di routine XD Comunque sìsì, hai colpo bene la questione, per me è stato proprio così. E grazie mille :*

      Elimina
  3. .... prima te lo dico come te lo direi faccia a faccia....
    "stai na' favola !!! "
    Credo che qualsiasi cambiamento portato al nostro corpop, dal più piccolo a quello più coplesso, sai quasi obbligatori, se serve a piacerci di più (oddio.... se uno mi dicesso che si è fatto tagliare i piedi perchè si sentiva troppo alto.... magari lo reputo un po scemo... ma son cavoli suoi). Per il resto, (ah dimeticavo, mo che so sta storia di P!nk mi aprezzo ancor di più) stai benissimo prima, sta altrettatno bene ora (solo che sembrano due persone con due caratteri diversi) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, vero? Tutti me lo stanno dicendo che sembro più cazzuta. Ma son sempre la stessa pagliaccia :D
      Grazie mille dei complimenti :D e miiiitica Pink <3

      Elimina
  4. Ho letto questo post l'altro giorno mentro ero sul bus, solo che non sono riuscita a commentare (il mio telefono perdeva al connessione, sigh..). Prima di tutto... WOW! Questo taglio ti sta benissimo!!!! Ti cambia totalmente la faccia, trovo, ed esalta il tuo bellissimo viso!
    Bravissima per il coraggio nel tagliare, non è facile prendere la decisione. Anch'io ero passata al corto qualche anno fa (dopo una vita con i capelli lunghi). Ci avevo pensato per molto tempo ma avevo troppo paura di pentirmene. Poi un giorno di punto in bianco mi è venuta una voglia immensa di cambiare tutto, di dare un taglio netto a capelli e vita... E zac, corti! Mi ci trovavo davvero bene ed è stato bellissimo metterci meno della metà a lavarli ed asciugarli. Poi però li ho lasciati ricrescere perché mi mancava poterci "giocare", facendo code e chignon... Ammetto che con questo post un po' di voglia mi è tornata, ma penso che per il momento continuerò a tenerli a media lunghezza (così da poterli raccogliere ma senza che siano troppo scomodi)... Però tra qualche hanno quando mi stuferò del tutto di curarmene, tornerò sicuramente al corto :)
    Un abbraccio,
    Ellie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì cara, alla fine il bello dei capelli è che 8anche se lentamente) ricrescono, e nulla è definitivo :D

      Elimina
  5. Wow Suzie, questo taglio ti dà ancora più personalità! Super grintoso, hai fatto benissimo, i tagli corti ma con un ciuffo con cui "giocare" mi piacciono un sacco!
    Ma come hai scritto anche tu, ho troppa paura che il mio faccione sia troppo esposto (e soprattutto dovrei starci molto dietro per mantenere il taglio, quando ricrescono sono un incubo!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda la questione crescita un po' preoccupa anche me… però alla fine mi son detta, ma sticazzi fallo e basta :D in fondo quel che spendo dalla parrucchiera per rifarlo (la mia tra l'altro è anche abbastanza onesta come prezzi) lo risparmio su shampoo e prodotti vari :D Grazie dei complimenti!

      Elimina
  6. Anch'io vorrei fare questo passo, ma sono troppo caga sotto... Complimenti, sei una figa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara! E comunque io consiglio sempre di provare ;)

      Elimina
  7. Ma sei una gnocca! Ti sta veramente da dio e ti valorizza tantissimo il viso.
    Anche io avevo i capelli lunghissimi obbiettivamente stupendi e sani, ma non mi ci vedevo più, non ero io e quindi basta, li taglio.
    Mai più lunghi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono fatta una via di mezzo tra un bob e un lob xD
      Sta di fatto che mi fa impazzire il fatto che sia lungo davanti e corto dietro in modo perfettamente simmetrico

      Elimina

Posta un commento