2017: di preferiti, sfavoriti e pensieri sparsi

Sono una pessima blogger, questa è la premessa di almeno 3/4 dei miei post per svariati motivi, e questa volta lo dico perché so benissimo che questo post avrebbe più senso settimana prossima. Ma ho voglia di scriverlo adesso. E pubblicarlo oggi. Ciccia.

Le ultime due settimane dell'anno arrivano sempre con un carico emozionale non da poco, per me. Un po' perché il Natale ha sempre quel gusto dolce-amaro, quella voglia di amorecalorefamiglia che se non puoi avere vicino chi vuoi ti fa sentire come se stessi subendo un'ingiustizia. Un po' perché tendo nella mia testa a fare un resoconto di com'è andata e quest'anno... no non posso proprio dire che per me sia stato positivo.

Non è di questo però di cui parlerò qui, anche perché per vari motivi ho deciso di fare post meno personali (ne ho uno scritto di getto tipo stream of consciousness che sono molto combattuta se pubblicare o meno, ci sto pensando da giorni).

Ero partita con l'intento di fare un 'Preferiti dell'anno 2017' beauty, che va tanto di moda, ma alla fine mi sono detta "Perché solo beauty? Io ci butto dentro di tutto, va là". Così facciamo contenti tutti, non vorrei focalizzarmi a parlare di un solo argomento che interessa a pochi.


Preferiti, cose positive, belle, robe che sono contenta di portarmi nel 2018
  • Gaming. Durante il 2018 credo di aver finito un altro paio di volte (o forse 3) Dark Souls 3. Maledetta saga che da dipendenza da autopunizione. Non riesco a decidermi a ricominciare il 2, che ho finito solo una volta ed è quello che mi è meno piaciuto. Rumors dicono che nel 2018 arriverà la remastered del primo per ps4 e io mi sto già strappando i capelli.
    Skyrim, remastered per ps4, altro gioco in cui cadi e non ne esci per mesi.
    Grazie all'abbonamento psn ho giocato gratuitamente ad Amnesia e grazie, grazie Sony, avevo proprio bisogno di incubi e notti insonni (è bello, comunque). Insomma, si capisce che gioco pochi titoli (anche per questioni economiche che oh, costano) ma ci gioco tanto.
  • Youtube. Non carico video ma seguo diversi canali e quest'anno in particolare, complice il gran tempo libero e la mania verso Dark Souls, mi sono divorata gran parte del canale di Sabaku no Maiku. Di lui mi piace tantissimo non solo l'attenzione e l'impegno che mette nel suo lavoro ma anche e soprattutto la pacatezza e l'educazione. E in un periodo in cui Youtube Italia sembra un porcaio (scusate il termine) il suo canale è una perla. Stessa cosa posso dire di un'altra youtuber a cui voglio proprio bene, anche se non tratta di gaming, ed è Prismatic310. E' una ragazza dolcissima, simpatica e divertente che fa video su libri (è lei stessa scrittrice), serie tv, film e video tematici (splendide le serie Halloween e Natale). I suoi video mi mettono sempre il sorriso anche quando sono triste, non è una diva che si mette su un piedistallo ma una ragazza che puoi sentirti vicina.
  • Make up. Fondo Stay Matte di NYX, eyeliner Epic Ink di NYX, palette ombretti Eye Lingerie matte di NYX (si vede che ho scoperto NYX?), rossetti liquidi Jeffree Star. Queste sono state le scoperte e in assoluto le cose che ho usato di più quest'anno. NYX è davvero bel brand, un marchio che mi piace davvero tanto. Vorrei ci fossero mooolti più store fisici sparsi per l'Italia!
  • Beauty. Shampoo Coconut Water di Garnier (da supermercato, super valido, miracoloso per districare il nido di corvi che ho in testa), buon parte del prodotti Cien e Cien Nature di LIDL, Crema Modellante per Ricci di Gyada (arriverà review), Burro corpo Cookies di Nacomi.
  • Netflix è sicuramente un preferito. Durante l'anno mi sono decisa a fare l'abbonamento di cui divido la spesa col moroso e non ho intenzione di disdirlo ancora per molto tempo.
    Già che abbiamo introdotto l'argomento, serie tv che ho amato: Lost (sì, ho guardato Lost nel 2017), Call the Midwife, Modern Family (oh, mi piace un sacco!), Empire (magari ci faccio uno Sproloquio Seriale a parte, lo merita), RuPaul's Drag Race, Orphan Black.
  • Ho ricominciato sia a dipingere che a danzare e sì, sono note che ritengo più che positive per quest'anno che altrimenti sarebbe stato grigio. Forse a riguardo nel 2018 per me arriveranno novità.
  • Come non nominare la luce dei miei occhi, forse la novità più bella che quest'anno abbia portato nella mia vita? Kira, la mia cucciola, che pochi giorni fa a compiuto un anno. 
  • Libri. Come al solito ho letto parecchi libri e sarebbe impossibile nominarli tutti per cui mi limiterò a nominarne due che mi hanno più colpita. Primo House of Leaves di Mark Z. Danielewski, che è diventato credo uno dei miei libri preferiti di sempre. Una Stanza Piena di Gente di Daniel Keyes, come non nominarlo, libro che traspone in modo romanzato ma fedele la vera storia di Billy Milligan.
Roba che anche no grazie

  • Faide tra web star, influencers, pagine facebook: la finiamo, cortesemente? Fanno un po' sorridere certe cose, diciamolo, sembra la guerra tra poveri. Dai, vah.
  • Grande Fratello, vip e non: mi ha stupito vedere dai meme sui social quanta gente lo segua.
  • Serie tv. Game of Thrones ce lo lasciamo indietro per forza di cose vista la decisione di rimandare l'ultima stagione al 2019. Pessima scelta, a parer mio, per diversi motivi, primo tra tutti: IO NON MI RICORDERO' UNA MAZZA, ora del 2019. Tra le altre cose, poi, è una serie che per quanto mi riguarda ha fatto un po' la muffa.
    Big Bang Theory: per cortesia qualcuno chiuda questa serie, ho provato a guardare qualcuno degli ultimi episodi e sono imbarazzanti.
  • Per i libri, dovrò toccare uno scrittore amatissimo, Murakami. Mi è stato consigliato largamente e gli ho dato una possibilità con I Salici Ciechi e la Donna Addormentata, che però non mi ha colpita come avrei voluto. Gli sto dando un'altra chance con La Fine del Mondo e il Paese delle Meraviglie che se non altro mi sta intrigando di più, anche se non sento la scintilla che di solito mi fa innamorare di un libro o di un autore. Si vedrà alla fine.
  • Beauty. Durante l'estate ho tentato di ridare una possibilità ai fondi minerali e in particolare a quello di Neve Cosmetics ma proprio non mi piace portarli, conferma definitiva, basta, bon, martelletto da giudice e musica di Forum a chiudere la causa. Non mi fanno una bella pelle, non correggono gli inestetismi, non reggono e basta una goccia d'acqua che letteralmente colano dal viso. 
  • In ultimo mi sento di fare una preghiera ai signori della moda: possiamo per favore bandire da tutto il regno risvoltini, caviglie nude e maglie crop almeno d'inverno? Possiamo pensare a una moda anche per noi quasi 30enni coi dolori lombari? Grazie.
Credo di aver finito, il post è un'accozzaglia di pensieri sparsi (l'ho già detto che non sono granché, come blogger?). Al solito aspetto commenti, pareri e firulì firulà nei commenti.

xo,
S.

Disclaimer:  Nessuna azienda mi ha contattata o pagata per fornirmi/parlare dei prodotti e servizi nominati in questo post, quelle riportate sono personali opinioni.


Commenti

  1. Non è stato forse positivo, ma certamente è stato un anno intenso ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me purtroppo no... spero veramente in un 2018 migliore!

      Elimina
  2. Spero di leggere quel post che hai scritto di getto.
    Baci.

    RispondiElimina
  3. La moda cropped d'inverno deve finire. Punto!

    RispondiElimina
  4. Lost nel 2017, perciò ti amo.
    E concordo su TBBT, a me fece pena già dai primi episodi, figuriamoci gli ultimi XD

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Pensa che io Lost lo vedrò nel 2018. Ti ho superata. Lo shampoo della garnier ce l'ho, però ancora non l'ho usato perché ne sto consumando un altro. Speriamo che funzioni pure su di me. Aspetto la recensione della crema modellante per i capelli ricci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arriverà! LO shampoo a me piace moltissimo comunque :)

      Elimina

Posta un commento