Beauty Pinzimonio | Liquid Lipsticks EXTRAVAGANZA

Perdonate la citazione nel titolo. Sono drogata di RuPaul's Drag Race, capitemi.

Era da un po' che mi andava di fare un post più chiacchiericcio, leggero, giffoso, al tempo stesso era in programma un post sui rossetti liquidi quindi ciapa lì. Però vi avviso che sarà lungo, fatevi un tea e poi tornate.

Allora, voi dovete capire che io non sono millenial.


Vengo da una generazione per cui il make-up erano i trucchi, le palette erano trousse (robe abnormi, dei transformers che svelavano mille cassettini polverosissimi), il blush era il fard e il rossetto resistente alle limonate era fantascienza. La me delle medie che iniziava ad approcciarsi al make up non aveva youtubers pronte a spiegarle le meraviglie di contouring-baking&co, e in particolare per le labbra le alternative erano davvero poche. 

C'erano i MOSTRUOSI lipgloss con la consistenza del Vinavil, pieni di glitter grossi come paillettes, o in alternativa i burri cacao, rigorosamente Labello (io a 12 anni ero preoccupata delle leggende metropolitane sul butyrospermum parkii, il petrolato sarebbe entrato dopo nel mio vocabolario per uscire volando dalla mia beauty routine). Mi ricordo che tutte mettevamo quello rosa chiarissimo perlato. Effetto affogata nella Senna. Brrrrrr. 
I rossetti erano una cosa "da adulta" che negli anni '90/inizio anni 2000 era davvero difficile vedere su una ragazzina. Il mio amore per loro è nato quindi parecchi anni più tardi, in tarda adolescenza, e anche lì era difficile trovare a prezzi easy qualcosa di davvero valido. Imparai tutti i tricks del mestiere: come rendere opaco un rossetto lucido, come farlo diventare super resistente (per quel che si poteva, chiaro) ecc.

Di conseguenza coi liquid lipsticks inizialmente ci sono andata coi piedi di piombo. Io, affezionata al rossetto classico in stick, li guardavo con diffidenza; resisteranno davvero così tanto? Non seccheranno le labbra? Non è che devo passarmi una smerigliatrice la sera per struccarmi, veh?

Ne ho provati diversi in questi ultimi anni e devo dire che molto dipende dalla marca (ops, no, scusate ora si dice dal brand) e di conseguenza dalla formula. Ho capito sperimentando quali sono le cose che apprezzo e quelle che no.

Ho capito che per me un liquid lipstick deve essere:


  • Scrivente. Niente di peggio di un rossetto liquido che richiede troppe passate. Due al massimo. Ché se si stratifica nel 90% dei casi viene 'na schifezz.
  • Facilmente struccabile con olio o bifasico (pure l'olio d'oliva va bene, non state a diventarci pazze per comprare quello "apposito per il rossetto liquido")
  • Morbido ed elastico una volta asciutto. NO alle consistente dense, pastose, che induriscono la pelle segnando tutte le microrughettine. VADE RETRO.
  • (vedi sopra) Che una volta asciutto nella maniera più imprescindibile ed assoluta NON SI SGRETOLI A PEZZETTINI. Niente di più urendo.
  • Resistente ma fino a 'na certa.
 E voi direte no ma scusa ciccia, i rossetti liquidi son fatti apposta per durare tanto e resistere a panini con mortazza e baci selvaggi sotto la pioggia, come puoi dire una cosa del genere?


Perché purtroppo per la mia esperienza se un rossetto ha quel tipo di durata presenta inevitabilmente uno dei difetti che ho riportato sopra (durezza, sgretolamento e di conseguenza secchezza delle labbra). Preferisco quindi le vie di mezzo, quelli che sì durano ma restano vellutati e morbidi. Meglio una ritoccatina dopo mangiato che labbra piene di pellicine la sera.

Passando al concreto, parliamo di quelli che ho provato. 

 Quelli che YAAAAAAS



  • Jeffree Star Cosmetics Velour Liquid Lipsticks. Jeffree come personaggio è strachiacchierato sul web, nel bene e nel male, e qui mi astengo da qualsiasi giudizio in merito volendo parlare solo ed esclusivamente del prodotto. I suoi liquid lipsticks sono probabilmente i miei preferiti. Morbidi, elastici, non mi danno problemi di secchezza e resistono discretamente bene. Lui li definisce kiss-proof ma non make-out proof, ovvero detta papalpapale resistono coi baci a stampo ma non ai limoni selvaggi. Ne ho diversi e gli unici difetti che ho potuto trovare sono una difficoltà di stesura con i colori molto chiari (in particolare ho provato Butt Naked della scorsa collezione estiva). Stessa cosa con No Tea No Shade, un meraviglioso viola melanzana metallico che purtroppo non ha una coprenza perfetta alla prima passata.
  • NYX Soft Matte Lip Cream. Ne posseggo solo uno che mi vedete indossare qui (lo sapevate che nella mia rubrica sui libri abbino ogni volta un rossetto diverso? Sapevatelo, su Rieduchescional Channel!). Ha molte caratteristiche in comune coi JS, sia per la formula morbida e confortevole sia per l'enoooorme quantità di colori tra cui scegliere (roba da stare in crisi 20 minuti davanti allo stand, ve lo dico). Ha una durata leggermente minore, personalmente gli do un aiutino tamponandolo con una velina. In compenso ha un prezzo molto più contenuto.
  • Rossetti Liquidi Bottega Verde. Gurl, whaaaat? vi vedo già stranitissimi di fronte a questa mia scelta, perché online del make up Bottega Verde si parla davvero poco. Ed è un peccato! Negli anni ho provato diverse cose (tra cui eyeliner glitterati, matite, terre, mascara) e devo dire che m'è quasi sempre piaciuto tutto. Posseggo due colorazioni, acquistate (indovinate? ormai è un mantra qui dentro) con un mega codice sconto giusto per provare. Sono rimasta incredibilmente stupita. Sono parecchio simili ai JS come consistenza, forse un filo più duri e più resistenti. Peccato per la gamma di colori con poca scelta, perché la formula è bomba.
 Quelli che meh

  •  Deborah Absolute Lasting Liquid Lipstick. E' uno di quei rossetti con la tinta da una parte e il gloss trasparente dall'altra, per intenderci. E' stato forse il mio primo rossetto liquido e la mia reazione è stata mmmmeeeh mkey. Sì mi piaci, sì duri molto, ma alla fine non riesco a usarti tutti i giorni come vorrei caro mio [S. del futuro sta rileggendo il post e ride come una cretina per l'equivocità di questa frase, sorvoliamo]. Alla lunga troppo disseccante, problema risolvibile mettendoci sopra il gloss (che incredibilmente non va a intaccarne la durata, va detto), ma non mi piace portare i gloss, o almeno non con del colore sotto.
  • I'm Pupa Matt Lip Fluid. Molto morbido, anche troppo. Quasi non si fissa sulle labbra, rendendo vano l'intendo dei liquidi lip di durare nel tempo. I colori però sono bellini ed effettivamente non è spiacevole da usare, quindi non lo boccio.
  Quelli che NO ma proprio no grazie

  •  LA Splash. Nota dolentissima. Hanno colori e packaging stupendi. Fanno collezioni da sbavo. Ne ho provati due e con entrambi ho avuto problemi, nonostante amassi follemente le colorazioni (Ghoulish, un taupe grigio freddo e Amor Eterno, viola scuro metal). Seccano, sgretolano, per struccarti devi strofinare irritando la pelle. Un peccato.
  • NYX Liquid Suede. So che sono amatissimi. Lo so. So che hanno millemila colori favolosi e pazzissimi. Io trovai (indovinate? Diciamolo insieme, ancora!) in sconto il pack da 3 colori a tipo 8€  e mi ci sono fiondata. La formula non fa per me. E' troppo densa, mi sembra di avere un pataccone sulle labbra anche quando si asciuga. Regà va bene che un rossetto deve durare ma non posso mettermi il cemento armato in bocca.
  • Rimmel Provocalips. Ho provato il nude chiaro Skinny Dipping e mamma mia. Scrivenza pochissima, per avere una stesura piena servono diverse passate. Con tutte le conseguenze del caso... sgretolamento a go go, secchezza, e siccome il colore era un beige chiaro l'effetto era proprio labbra secche dopo 10h al freddo e al gelo. Gli altri colori saranno meglio? Non lo so, nel dubbio mi sono risparmiata i soldi e ho preso altro.
  • Matt Matt Matt Essence e LoveKiss Bella Oggi. Perché dovete fare dei prodotti simil-qualcos'altro e poi non lo sono manco lontanamente, care marche low cost? Io vi voglio tanto bene. Essence, ecco, tu lo sai che t'amo. Che sono fedele ai tuoi mascara, che torno sempre da te per la matita nera. Sei il mio punto di riferimento quando ho bisogno di shopping consolatorio ma c'ho due spicci in tasca. Questi due prodotti li ho accorpati perché sono semplicemente dei rossetti liquidi, che anche se danno una vaga parvenza di opaco restano scivolosi sulle labbra come un gloss. Ecco, da te non me lo aspettavo, Essence. Non puoi dirmi lasagna e poi darmi la pasta al tonno. 
Il sermone di oggi finisce qui miei diletti. Avrei voluto mettere foto con swatches ma mi sono resa conto che il post è venuto già bello ricco e lungo così. In caso dovesse interessarvi un post esclusivamente fotografico con tutti i rossetti indossati (tutti tutti i colori, perché no) fatemelo sapere.

Postilla: ovviamente non ho testato tutte le marche sulla faccia della Terra, se avete consigli su altri rossetti buoni con le caratteristiche che ho citato saranno graditissimi nei commenti!

xo,
S. 

Disclaimer: I prodotti citati sono acquistati da me coi miei soldi, nessuna azienda me li ha inviati o mi ha contattata per recensirli / pubblicizzarli. Quelle nel post sono le mie personali opinioni basate sull'utilizzo dei prodotti su me stessa.

Commenti

  1. Anche io mi sono approcciata al make up alle scuole medie, da sola, senza alcuna schiera di youtubers a dirmi come fare :D le ragazze di oggi sono decisamente agevolate.
    Però che dire, i rossetti liquidi non mi piacciono. Di gran lunga preferisco i classici stick. Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io alla fine se dovessi scegliere di usarne solo un tipo, stick tutta la vita! :)

      Elimina
  2. Non ho letto la parte dei rossetti, praticamente tutta, perché proprio non saprei a che mi potrebbe servire, però fantastiche sono le gif ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha beh dai, per qualche regalo alla fidanzata/mamma/sorella può servire XD Le gif sono quasi tutte di RuPaul's Drag Race, programma di cui sono drogata :P

      Elimina
  3. Questo post è un capolavoro! Amo il modo in cui l'hai scritto e le gif sono qualcosa di fenomenale!
    Ai rossetti liquidi mi sono approcciata lo scorso anno. Amo l'unico Jeffree Star in mio possesso che credo sia il migliore dal punto di vista della formulazione.
    Mi trovo molto bene anche con Kat von D e Anastasia Beverly Hills.
    Il peggiore in assoluto è uno di mac, davvero inutilizzabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara grazie mille lo apprezzo davvero tanto! <3 Quale hai di Jeffree Star? :P sono curiosa!

      Elimina

Posta un commento