Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2018

Ho provato lo Skin Gritting | Beauty Pinzimonio

Immagine
Lo so.
Lo so che andava di moda tipo un sacco di mesi fa. Che arrivo sempre in ritardo e forse è anche per questo che ho poche viewzz.

Avevo scoperto questa strana tecnica di pulizia del viso ormai mesi fa, tra video Youtube, Instagram e post su vari blog. Lo skin gritting. Complice la mia voglia di truccarmi in modo più naturale (ci credete che sto quasi abbandonando l'eyeliner? IO?!? GIURO!) e di poter avere una pelle decente anche senza un fondo high coverage ho deciso di provare anche questa.
Che roba è? Sostanzialmente è un trattamento da fare a casa che promette di far fuoriuscire i punti neri praticamente da soli. Con una veloce googlata potete vedere foto di mani coperte da segmentini neri che io onestamente mi rifiuto di pubblicare perché piuttosto schifiltose e (spoiler) a mio parere non veritiere. 1) in tanti anni di onorata carriera come donna dalla pelle mista non ho mai visto un punto nero realmente nero dalla radice alla punta come in quegli scatti, 2) ci sono numerosi…

Riflessioni.

Immagine
Io continuo e continuerò sempre a chiedermi perché per legittimare ed elevare ciò che si ama, alcune persone debbano sminuire e screditare quello che è diverso da ciò che a loro piace.
Giuro che non lo capisco.
Un po' di tempo fa mi capitò sott'occhio una cosa del genere in un una pagina Facebook dedicata alla  danza e mi ha fatto parecchio tristezza. Io capisco benissimo e accetto senza problemi che possano esserci cose che, semplicemente, non piacciono. Quelli si chiamano gusti personali e grazie a dio esistono. Ma perché invece di dire "Guardate che meraviglia questa cosa!" dobbiamo dire "Guardate che bella questa cosa, altro che quella roba là, tzè!"?
E' un ragionamento in cui purtroppo spesso ci si può incastrare, ho notato, soprattutto noi donne. Siamo costantemente spinte a competere, competere, competere e sgomitare per tutto, al punto da non riuscire a metterci in testa che vinceremo questa guerra solo nel momento in cui ci sosterrem…

Perché amo MY MAD FAT DIARY | Sproloquio Seriale

Immagine
Ultimamente mi sono messa rivedere My Mad Fat Diary. Sì, ri perché l'ho già vista almeno, credo, due volte. E non riesce a stancarmi.


MMFD (My Mad Fat Diary) è una serie britannica uscita nel 2013 e tratta dal libro My Mad, Fat, Teenage Diary di Rachel Earl. Se non erro in Italia è ancora inedita, ma godibilissima coi sottotitoli (io personalmente l'accento britannico lo adoro).
Rae Earl è una 16enne che ama la musica, i ragazzi e... il cibo. Bulimic without the sick ("bulimica senza il vomito"), come lei si definisce, ha un rapporto di odio-amore col cibo e in particolare con la dispensa in cui sua madre conserva merendine, cioccolatini e snack. La serie inizia con lei che dopo quattro mesi esce dall'ospedale psichiatrico in cui era stata ricoverata dopo un tentato suicidio. Fuori dalle rassicuranti mura bianche e lontana dall'adorabile Tix, conosciuta nell'ospedale, Rae si ritrova a dover affrontare il mondo esterno, sua madre, la bellissima amica d'…

Una Stanza Piena di Gente (Daniel Keyes) | Bookworm in Lipstick

Immagine
Spesso nei miei post sui libri vi ho parlato di storie del terrore, delle ombre che escono dalla nostra fantasia per tormentarci nel sonno. Una Stanza Piena di Gente, di Daniel Keyes, invece è destinata a inquietarci a un livello molto più reale poiché tratta la vera storia del criminale Billy Milligan, passato alla storia per essere stato l'uomo dalle 24 personalità.
Cito testualmente la prefazione di Keyes: "Tutte le informazioni contenute in questo libro mi sono state fornite dal Milligan "integrato", dalle sue altre personalità e dalle sessantadue persone la cui strada, in momenti diversi, ha incrociato la sua (...) Le sedute di terapia sono tratte direttamente dai nastri registrati. Non ho inventato niente.". Prosegue sottolineando anche che per tutela della privacy i nomi di diverse persone coinvolte sono stati cambiati.
Già conoscevo la sua storia, e probabilmente ne avrete sentito parlare anche voi, anche solo per il recente film Split, ispirato ad e…

Review Crema Modellante per Ricci GYADA COSMETICS | Beauty Pinzimonio

Immagine
Continua la serie di post dedicati al ricciolame capillifero, questa volta ho intenzione di recensire una crema per lo styling che sto provando da ormai tre mesi. Ho aspettato così tanto per provarla con diverse tecniche di utilizzo e per poterne fare una recensione il più possibile realistica.

Crema Modellante Ricci GYADA COSMETICS per leave-in dei capelli ricci e mossi


Prezzo: 14,90€ per 200 ml Reperibilità: bio-profumerie online (io l'ho acquistata da Bio Boutique La Rosa Canina) Packaging: Barattolo a vite con ulteriore coperchietto in plastica all'interno per protezione. Consistenza: Crema densa e liscia, bianca. Applicazione: E' un leave-in, va applicata sui capelli bagnati per poi procedere allo scrunching e alla piega. Io ho trovato un risultato migliore usandola sui capelli ancora fradici dalla doccia, molto molto bagnati, per poi avvolgere il tutto in un asciugamano in microfibra per assorbire l'acqua in eccesso. In questo modo si minimizza ulteriormente l'effe…

Aggiornamenti di una primavera che non esiste (e di diete, di libri, di cose).

Immagine
Sta arrivando la primavera.


... no, non è vero. Ha fatto due e dico due giorni di sole per poi tornare a piovere come non ci fosse un domani. Ma non me ne lamento; nella mia remota provincia nel nord Italia, tra le montagne al confine con la Svizzera siamo abituati all'inverno che inizia a ottobre e finisce ad aprile. E poi SBEM: caldo incredibile ed estate, subito, così, a tradimento. Praticamente non abbiamo la primavera ma una stagione delle piogge.
Notoriamente io detesto il caldo e l'afa ma dopo l'inverno durissimo di quest'anno devo dire che sento il bisogno di belle giornate. Sono più pallida che mai, ho le mani che sembrano carta vetrata e la psoriasi sulla caviglia che col freddo si è incazzata non poco [Magari un giorno vi parlerò di questa "simpatica" malattia della pelle... se mai vi troverò un reale rimedio. Anzi, se qualcuno/a di voi ce l'ha ed ha prodotti da consigliarmi vi prego aiutatemi!].

Ho avuto l'impressione che marzo sia arriva…

Beauty Pinzimonio | Review Cumulativa PHBio (LIDL)

Immagine
Ho già accennato diverse volte a quanto io sia LIDL dipendente. Sono abbonata alle loro schifezzuole Ameriggane della linea McEnnedy's (Snack Box coi frittini TOP per le serate Netflix&Svacco);Vengo puntualmente richiamata come una falena alla luce appena sento l'odore dei panini al formaggio del reparto panetteria;Praticamente metà della roba che ho (piccoli elettrodomestici, phon, accessori vari, pigiami, calze, leggings, intimo, tappetini yoga e attrezzi sportivi...) viene dalle loro offerte settimanali non-food;Sfoglio il loro volantino come fosse la bibbia. Ebbene, nel recente passato Lidl mi ha stupita ancora proponendo prima la linea Cien Nature, la sorellina bio -un po' povera di reali attivi- di Cien, poi il marchio PHBio, che purtroppo fin'ora non è entrato in fornitura permanente. Cosa significa? Che viene proposto ciclicamente insieme alle offerte settimanali, i supermercati ricevono un quantitativo limitato di prodotti e quando finiscono purtroppo ci…

Sproloquio Cinematografico | The Shape of Water (La Forma dell'Acqua)

Immagine
EBBENE. Ne avete parlato tutti. Voi blogger, gli youtuber che seguo, TUTTI. Sarò onesta, non ero sicura di voler parlare di questo film. In parte perché io sono un po' farlocca: parlo di film, serie tv, libri che mi sono piaciuti in ordine randomico, non ho un grande interesse a seguire le ultime uscite o i trend del momento.  Tuttavia, mi sono detta, perché non approfittare dei ricordi ancora "freschi" post visione (che poi in realtà l'ho visto già giorni fa, sorvoliamo #pessimablogger)?
Mi sono approcciata a questa pellicola con enormi aspettative.  Un po' perché Guillermo Del Toro è Guillermo Del Toro, come sanremoèsanremo, solo che Del Toro mi piace. Il Labirinto del Fauno è uno dei miei film preferiti di sempre. Fangirlo come una ragazzina davanti ad Hellboy, sono una di quelli che sta ancora lì con gli occhioni stile Gatto con gli Stivali in attesa del terzo capitolo. Mettiamoci pure che Doug Jones mi fa IMPAZZIRE, in qualsiasi modo lo concino. E pare non …

di epiloghi e di cuori meccanici.

Immagine
i rapporti umani sono complicati.

siamo esseri con una psiche profondamente complessa, articolata, siamo animali sociali e al tempo stesso tutta la socialità imposta dal mondo ci spinge ad aver bisogno di solitudine.

meravigliosi, strani, buffi animali a due zampe che cavalcano bestie meccaniche, camminando in giungle di cemento, a caccia di niente.

ci incontriamo, ci leghiamo, a volte ci si ama e a volte ci si vuole solo bene, si stringono mani e si condividono risate pensieri parole. a volte segreti, a volte lacrime.

secoli di storia umana però non ci hanno ancora insegnato a come gestire la fine di qualcosa.

a cosa succede quando una persona non ride più sulla stessa nostra tonalità, non guarda più la nostra direzione.

siamo stati sulla luna e non sappiamo cosa fare quando qualcuno se ne va dalla stanza.

quando un messaggino resta sospeso nel vuoto,
quando ti senti un libro con un biglietto del treno tra le pagine, lì, sospeso.

[a volte mi immagino cosa potrebbero pensare gli oggett…